Assistenza Apertura Attività



Assistenza Apertura Attività


In seguito all’emanazione della DGR n. 3 del 14.01.2011 e s.m.i. che recepisce l’Accordo della Conferenza permanente per i rapporti fra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, sancito nella seduta del 29 aprile 2010 (repertorio n.59/CSR), sono state approvate le linee guida regionali applicative del Regolamento (CE) n. 852/2004 del 29 aprile 2004 sull’igiene dei prodotti alimentari. Tutte le imprese alimentari devono seguire un iter specifico, per poter essere inserite in un record nazionale, denominato procedura di notifica impresa settore alimentare.

 
Studiolab offre un servizio di assistenza completo per tutte le fasi di apertura attività:
  1. Sopralluoghi preventivi per valutare l’idoneità igienico – strutturale dei locali destinati a essere adibiti a qualsiasi tipologia di impresa alimentare;
  2. Inoltro della SCIA, presentando al SUAP del Comune ove ha la sede operativa l’impresa, ovvero al SUAP del Comune di residenza, nel caso sia proprietario di autonegozio/i, la notifica di inizio attività o di rilevanti cambiamenti dell’impresa (strutturali o di ciclo produttivo) fornendo, sul portale SUAP, le informazioni e le dichiarazioni di cuiall’Allegato A/1;
  3. Comunicazione all’autorità competente di ogni modifica dell’attività, come pure la cessazione o modifiche del ciclo produttivo (come ad esempio il processo di abbattimento termico dei prodotti ittici destinati ad essere consumati crudi), utilizzando l’apposito Allegato A/2;
  4. Realizzazione planimetria dei locali (con indicazione delle superfici, delle altezze e destinazioni d’uso dei singoli ambienti, nonché con la rappresentazione degli impianti ed attrezzature fisse presenti) redatta, datata, firmata e timbrata da tecnico abilitato in scala 1:50 o 1:100 e da una breve relazione, con la quale l’operatore del settore alimentare, fornisce informazioni all’Autorità Competente in ordine alle caratteristiche degli impianti, alle modalità del ciclo produttivo ed alla descrizione dei prodotti finali. Con tale relazione, da presentare sia in caso di inizio attività sia in caso di modifiche rilevanti dell’impresa (strutturali o di ciclo produttivo), l’operatore del settore alimentare attesta e sottoscrive che l’impresa da lui condotta rispetta i requisiti igienico – strutturali previsti dal Regolamento (CE)852/2004.

Compito dell’autorità competente, è, tra l’altro, quello di elaborare e tenere aggiornato “un elenco degli operatori del settore dei mangimi e degli alimenti che sono stati registrati”, anche ai fini dell’esercizio del “controllo ufficiale” ai sensi del Regolamento (CE) n. 882/2004. A tal riguardo, nell’Allegato B è stata inserita la classificazione delle attività soggette a registrazione ai sensi del Reg. 852/2004 (Master List 852/04), elaborata dal Ministero della Salute e trasmessa con nota prot. n. 9875-P-15/05/2013.

In caso di produzione primaria (agricoltori/allevatori) dovranno essere fornite anche le informazioni di cui all’Allegato A/4. Infine nell’Allegato A/5vengono fornite indicazioni volte a definire in modo specifico alcune tipologie di attività.

da € 600,00